Una moira alla quale è impossibile sottrarsi: Il sacrificio del cervo sacro

giugno 28, 2018 9:55 am

A partire dal 28 giugno nelle nostre sale ti aspetta il nuovo, coinvolgente film del regista greco Yorgos Lanthimos, Il sacrificio del cervo sacro, una pellicola lucidamente spietata, che ti terrà con il fiato sospeso dall’inizio alla fine.

L’ineluttabile consapevolezza del fato

Steven Murphy (Colin Farrell), affermato chirurgo cardiotoracico, con alle spalle una carriera costellata di successi, conduce una vita agiata e serena assieme alla moglie Anna (Nicole Kidman) e ai figli Kim e Bob. Tutto cambia quando Steven decide di aiutare Martin, un adolescente di sedici anni, rimasto da poco orfano di padre.

Il ragazzo, dopo l’instaurarsi di un rapporto ambiguo con il suo protettore, viene presentato in famiglia, dove, con il passare del tempo, iniziano a verificarsi strani eventi.
Steven, per salvare la sua famiglia, sarà obbligato a compiere un tragico sacrificio tingendo di toni funesti una vicenda dal finale straziante.

Una pellicola ipnotica ed inquietante

Il sacrificio del cervo sacro è l’ennesimo capolavoro diretto dal regista Yorgos Lanthimos, scritto a quattro mani con Efthymis Filippou.

 

Vincitore del Prix du scénario al Festival di Cannes 2017, è interpretato magistralmente da Nicole Kidman e Colin Farrell, vuote ed inespressive statuine dallo sguardo allucinato e ipnotico, nelle mani di un diavolo manipolatore quale è Martin; a fare da sottofondo a luci e insolite inquadrature kubrickiane, scene violente e drammatiche, ci pensano le cupe note dello Stabat Mater di Schubert.

Dalle antiche tragedie greche all’espiazione moderna

La vicenda, ambientata ai giorni nostri a Cincinnati, in Ohio, prende le mosse dagli antichi miti della tragedia greca. In questo caso Lanthimos fa riferimento al celebre episodio di Ifigenia in Aulide di Euripide.

La tragedia attuale ricalca i contorni macabri di quella appena citata, dove le colpe dei padri ricadono sempre, con effetti devastanti, sui figli, innocenti cervi da immolare agli dei.

Il film mette in mostra la crudeltà umana, le nevrosi, le psicologie distorte, le paure, i sensi di colpa e quel dolore profondo dovuto ad una scelta quanto mai obbligata causata da un passato sconvolgente. Tutto questo viene reso e filtrato dall’occhio spietato del regista, che ci propone una personale visione di alcuni temi sempre attuali.

Vieni a scoprire Il sacrificio del cervo sacro, nelle nostre sale a partire dal 28 giugno.

Scopri il film
© 2018 Circuito Cinema
Designed & powered by Napier

Biglietto veloce

Biglietto veloce

Cinema:
Film:
Data:
Spettacolo: